Paesaggio è memoria.

Verso la creazione di una banca della memoria del ‘900 dei territori di Lugagnano Val d’Arda, Morfasso e Vernasca. 

Tutti i nostri ricordi e gli eventi della nostra vita e della storia sono legati indissolubilmente a un luogo e a un paesaggio.

Il paesaggio quindi non è solo un contenitore di episodi ma può determinare la storia di un luogo e di conseguenza quella della sua comunità

Al di là della storia ufficiale, c’è infatti un intreccio di tante piccole storie che la comunità porta nel suo cuore, ma che sono effimere e pronte a essere dimenticate con l’evoluzione della comunità stessa. 

Il nostro intento è quindi di raccogliere memorie, testimonianze, tracce, espressioni che possano perpetuare la memoria della comunità e del suo rapporto con il territorio e il paesaggio. 

 

 

Visita guidata agli scavi di Veleia dopo i restauri degli anni Cinquanta.

Il paesaggio della Val Chero con le caratteristiche torri lignee di estrazione petrolifera.

Cos'è la banca della memoria e a cosa serve?

La banca della memoria civica è un grande contenitore di testimonianze, di eventi storici, racconti privati e dei loro paesaggi.

La banca della memoria è soprattutto un potente strumento che la comunità ha per:

  • mantenere vivo il ricordo di persone, di eventi più o meno grandi, tradizioni e luoghi
  • conoscere il paesaggio e comprendere la sua evoluzione
  • capire come il paesaggio abbia influito sulla storia
  • prendersi cura del valore della memoria

Uno sguardo sul passato

Il sito ci aiuterà così a definire, tramite tanti piccoli ma significativi episodi, luoghi e storie, l’evoluzione recente di questa area d’Italia, che potrebbe quasi essere “un simbolo” di tutte le aree marginali italiane: da un inizio Novecento in cui l’agricoltura la faceva da padrona, agli anni Venti e Trenta in cui fece capolino una prima industrializzazione e le prime avvisaglie delle conseguenze del regime fascista, dalla Seconda Guerra Mondiale e la lotta partigiana, così violenta e così significativa, fino agli anni Cinquanta e Sessanta dello sviluppo del turismo di massa e della seconda industrializzazione, fino alla crisi di quel paradigma basato sulle comunità sparse e ‘periferiche’ di fine secolo.

Ricostruzione del tragico eventi di Passo dei Guselli (4 dicembre 1944). 




La comunità
al centro

La banca della memoria si basa sulla partecipazione della comunità locale.

 

Anche tu puoi contribuire alla banca della memoria civica!



Le attività didattiche

 

 Scopri il progetto “Porta un Fiore al partigiano”

Il team di lavoro

Associazione Culturale
CulturUp!

Associazione Culturale CulturUP! – costituita nel gennaio 2017, ha come finalità la ricerca, lo studio e la valorizzazione del Patrimonio Culturale, con particolare attenzione ai processi di partecipazione e inclusione.

Università degli Studi di Padova
Dipartimento Beni Culturali

Il Dipartimento dei Beni Culturali accoglie, all’interno dell’Università di Padova, una serie di competenze trasversali nel campo dello studio e della ricerca sui beni archeologici, artistici, musicali e audiovisivi.

Associazione Nazionale Partigiani sezione di Lugagnano Val d’Arda

Sezione di riferimento per Lugagnano Val d’Arda e per l’intera Val d’Arda dell’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia

Museo della
Resistenza Piacentina

Situato a Sperongia di Morfasso, inaugurato nel 2009, il Museo raccoglie le memorie della resistenza provinciale.

Istituto Comprensivo
di Lugagnano Val d’Arda

 Istituto di riferimento per l’intera vallata, accoglie cinque scuole dell’infanzia, quattro scuole primarie, tre secondarie di primo grado.

Associazione
ProVeleia

Attiva da oltre cinquant’anni, l’Associazione ProVeleia valorizza il patrimonio storico e culturale della frazione di Veleia del comune di Lugagnano Val d’Arda.

Circolo Culturale
Valtolla

 Nato nel 1993, dal 1997 si occupa di raccogliere, ordinare e valorizzare – anche con pubblicazioni – la memoria storica della Val d’Arda

Comune di Lugagnano
Val D’Arda

 

Comune di
Morfasso

 

Comune di
Vernasca